Consulenza

Consulenza psicopedagogica 

(rivolta ai genitori ma anche alle insegnati con riferimento al gruppo classe/sezione)

Gli incontri hanno lo scopo di migliorare la qualità delle relazioni in famiglia attraverso l’espressione personale come primo passo per comprendere il comportamento dei figli e il ruolo genitoriale. 

Attraverso il valore della pari dignità cercheremo di riflettere sulla comunicazione personale per sviluppare pratiche di ascolto reciproco all’interno della coppia e tra genitori e figli. Uno spazio dedicato alla parola e all’espressione delle emozioni per cercare insieme soluzioni concrete e attuare nuove strategie per far fronte alla fatiche che possono sorgere nella relazione con i bambini e il partner.

Una consulenza "per produrre un cambiamento, trovare dentro di sé soluzioni, migliorare l'armonia con se stessi e avere relazioni più soddisfacenti con gli altri e con l'ambiente" C. Rogers 

Il  tentativo di capire il comportamento infantile è orientato non solo dalla conoscenza diretta dei bambini/ragazzi e dai riferimenti teorici, ma anche dal ricordo dell'esperienza vissuta da bambino, ossia ...

“Dal trattamento che l’adulto stesso ha ricevuto durante l'infanzia, ovvero, dall'interpretazione che i suoi genitori hanno dato a loro volta dei suoi sentimenti e del suo comportamento” D. N. Stern.

Interrogarsi sulle ragioni dei nostri comportamenti e quelli del bambino che abbiamo di fronte, ci rende più liberi  dalle consuetudini e dalle "mode pedagogiche” . La consulenza in quest'ottica può rappresentare un primo passo per aprire le porte al cambiamento, espandere la consapevolezza e capire meglio noi stessi in relazione agli altri, un tentativo di riconoscere il lento, faticoso e affascinate cammino di crescita del nostro bambino ... un bambino in continuo divenire, rispettato e rispettoso dell'ambiente che lo accoglie.

"Ogni famiglia è un piccolo cosmo con leggi e regole personali, il consulente cerca di decifrare le regole del gioco e le rende trasparenti “ attraverso il dialogo e l’esperienza J. Juul

Espressione del Sè in musica: laboratori di musicoterapia 

Spazi di crescita personale per facilitare l’espressione del Se’ attraverso il linguaggio musicale.
Gli incontri hanno lo scopo di 
facilitare l’ascolto dei propri bisogni e di riflettere sull’integrità lasciando spazio alle emozioni e al linguaggio non verbale.

Con chi? 

Con una psicologa e coordinatrice pedagogica di servizi 0/18 anni di varia tipologia, che ha sostenuto le relazione tra  adulti ( insegnati e genitori) e bambini/ragazzi e che ha maturato un'esperienza diretta con loro come esperta di laboratori espressivi di educazione Artistica, Musicale e di promozione alla lettura.  

Dove? 

RAVENNA Domus Bimbi  

CERVIA Nido musicale Cavallino a Dondolo 

BOLOGNA Studio di psicoterapia corporea e psicodramma - dott.ssa Rasicci

Usare il linguaggio personale per capire se stessi e l'altro nella relazione

LINGUE E LINGUACCE

"Parole e immagini per capirsi meglio"

Mio figlio parla poco ma io riesco a capire i suoi bisogni. Devo iniziare a preoccuparmi?

Quando devo iniziare a stimolarlo? Come?

Non riesco a dialogare con mio figlio ... non vuole mai parlare. E' timido e introverso come posso aiutarlo?

Quando parlo in classe/sezione non mi ascoltano, è difficile lavorare con i bambini di oggi.

Il mio bambino ama molto stare davanti allo schermo. Quanto tempo posso lasciarlo giocare? 

BIZZE E CAPRICCI

“Pugno chiuso dice mai io non vengo e tu non vai”

Era così tranquillo quando era più piccolo, adesso perché questo cambiamento improvviso?

Perché mi dice tutti questi no?

Spesso si comporta in modo insopportabile, si butta a terra e fa delle scenate. Io non so che cosa fare! 

Maschi e femmine vanno educati in maniera diversa? Perché tendono a diventare selettivi ad una certa età? 

Ho due figli che litigano spesso. Come posso cambiare questa abitudine?

I bambini di oggi sembrano non rispettare il ruolo dell'adulto. Cosa posso fare per essere autorevole?

 

PRANZETTI E MERENDE

“Apparecchiando la tavola sotto la pioggia ... aspettando il sole”

Mio figlio mangia poco e io mi sento respinta con il cibo.

Il bambino che non mangia sembra non avere mai fame. Come si può cambiare questa abitudine?

Non riesco a capire perché è così selettivo ... vuole mangiare pochissime cose. E' giusto insistere?

 Reputo molto importate una sana alimentazione e mio figlio non accetta alcuni cibi. Cosa posso fare?

Il momento del pranzo non è sereno, io sono molto stanca e non riesco a finire il pasto perché mio figlio richiede molte attenzioni.  

Quando mangia sembra non conoscere le buone maniere. Mi risulta difficile farmi ascoltare 

SVESTIRSI E SPORCARSI

“Impiastricciarsi per essere creativi e rimettersi a posto con un po’ di zucchero”

Perché non si vuole vestire?

Quando gioca in giardino non vuole sporcarsi, è normale?

La mia bambina ha ripreso a fare la pipì a letto, che cosa significa?

Ho bisogno di togliere il pannolino, quando è il momento migliore?

Quando dobbiamo uscire è sempre un problema, ci mette tanto tempo a preparasi  e non mi ascolta. Che cosa posso fare?

NINNE e NABULE

"Modi creativi per inventare lo spazio del sonno"

"Quali sono le situazioni che possono rende difficili le fasi di addormentamento di un bambino? "

Perché non vuole mai andare a letto, anche se è evidente che è molto stanco?

Dorme solo se lo addormento io… che cosa posso fare?

Il mio bambino ha paura del buio ma ormai è grande. Come posso aiutarlo a superare questa difficoltà?

Non riesco a farmi rispettare quando è ora di andare a letto. Il bambino crolla dalla stanchezza sul divano e io mi sento esausta!

E' giusto dormire tutti nel lettone? Non riusciamo a dormire bene di notte e io vorrei cambiare questa abitudine

Sei interessato ad una consulenza?

scrivimi e parliamone insieme