Laboratorio di creatività e educazione ambientale

Presso il Centro Gioco Natura e Creatività di Educazione Ambientale  la Lucertola di Ravenna, il laboratorio Boccheggiar come pesci ha visto bambini e genitori costruire Naccare sonore con le bottiglie di plastica, tappi,  elastici e colori a forma di pesce dopo aver navigato nelle immagini di alcuni albi illustrati, enciclopedie e foto dell’ambiente marino.

Da un disegno collettivo a un giocattolo personalizzato per lasciar libera la creatività e l’immaginazione.

Servirebbe ancora la poesia del giocattolo fatto con le proprie mani, con le cose trovate, da idee rubate o riprese da una tradizione, ampliando la visione del mondo, generando immaginazioni più ricche. Roberto Papetti Tintinnabula giocattolo museo.

 

Visita al Centro Gioco Natura e Creatività La Lucertola di Ravenna

Continuano anche d’estate le visite al Centro Gioco Natura e Creatività La Lucertola di Ravenna.

Giocattoli provenienti da paesi lontani e appartenenti ad epoche diverse raccolti negli spazi del Centro, raccontano ai bambini di oggi come possono essere speciali alcuni giochi di tanto tempo fa’, regalati dai visitatori o costruiti dai tanti operatori didattici che hanno contribuito a ridare vita ai “ritagli di Natura” e alle cose che non si usano più.

Oggi abbiamo raccontato la storia di Yumy una piccola Kokeshi e parlato di bambole, bottiglie magiche, biglie, strumenti musicali, trottole…

Riproporre i giocattoli antichi vuol dire metterli in azione attraverso il ricordo, non perchè ciò che è stato riveli la sua origine. collezionarli e rifarli con pazienza per attingere alle fonti ripetendo i nomi, raccontando le storie e giocando con le idee e i significati. Roberto Papetti “Tintinnabula Giocattolo Museo”.

   

 

 

 

 

Colori in corsa

Si è conclusa venerdì 31 Maggio l’ultima parte della Città dei Bambini intitolata “Città dei ragazzi” con l’evento organizzato dai ragazzi della scuola secondaria di primo grado di Bagnacavallo all’interno del progetto Regionale di cittadinanza attiva “Concittadini”.
Questa particolare corsa sulla pista ciclabile ha coinvolto 168 ragazzi, i genitori, gli insegnati, il Comune, l’Unione della Bassa Romagna, Radio Sonora e le associazioni “Una penna per la scuola” e” Cercare la Luna”. Quest’ultima, attraverso la facilitatrice, ha creato le condizioni per organizzare l’evento dopo un Gioco di Ruolo, ideato in collaborazione con le Consulte dell’Unione della Bassa Romagna, che ha visto i ragazzi condividere una riflessione con i vari attori del territorio che di solito entrano in gioco per realizzare iniziative rivolte alla comunità. In questo modo una prima idea si è modificata ascoltando i vari punti di vista e trasformando le criticità in spunti utili per rendere sostenibile e concreta la realizzazione dell’evento.

 

Piccole nenie per dondolarsi insieme – nido Asteroide Bagnara di Romagna

Il laboratorio espressivo di gioco musicale in famiglia è rivolto ai bambini dai 3 a 18 mesi, ai loro genitori e alle mamme in dolce attesa.

Lo scopo dell’incontro è presentare pratiche di gioco con la voce per animare filastrocche, ninnenanne e  piccole rime e sostenere le melodie che nascono dall’incontro tra adulto e bambino e che possono facilitare la comunicazione e creare benessere alla relazione.

Durante l’esperienza la conduttrice canterà il testo di alcuni albi illustrati per condividere con i genitori la pratica della lettura dialogica.

Dopo l’incontro musicale è prevista una discussione sul sonno, il pranzo e il gioco, ispirata dalle musiche, le canzoni e i libri di qualità dedicati ai piccolissimi.

L’adulto che canta al proprio bambino si pone in relazione viso a viso e mette in atto uno scambio di sguardi attivando i canali della comunicazione.

Costo dell’incontro 10 Euro

Sabato 6 Aprile alle 10.30

Presso il Nido Asteroide B 612

Via 2 Giugno – Bagnara di Romagna

Per prenotazioni

asilo.asteroideb612@tiscali.it – cellulare 339 8673668

oppure saulacicarilli@gmail.com – cellulare 333 4699094

Formazione rivolta ai Nidi Musicali di Cervia e Ravenna

“Nido Musicale”

Formazione per educatori 

Caratterizzare il progetto pedagogico dando voce alla musica nasce dalla volontà di approfondire l’educazione musicale come pratica quotidiana, attraverso una formazione costante e specifica.

Ricerche scientifiche hanno dimostrato che il bambino esposto ad un ambiente ricco di stimoli musicali grazie all’attivazione specifica di aree cerebrali, è in grado di sviluppare competenze cognitive, linguistiche e sociali migliorando le capacità di esprimere e riconoscere le emozioni.
L’ascolto della musica stimola le aree cerebrali deputate al piacere e durante questa attività diminuisce nel sangue e nella saliva la concentrazione di cortisolo, ormone legato allo stress. (L.Lopez Incontro tra Neuroscienze e Musica).
L’adulto che canta si pone in relazione viso a viso e mette in atto uno scambio di sguardi attivando i canali della comunicazione.
 
Sulla base di queste rilevanze scientifiche il nido ha scelto di caratterizzare la progettazione delle attività ludiche e l’organizzazione delle routine attraverso:
  • L’uso della voce: melodie, filastrocche e giochi di parole
  • L’esplorazione di strumenti musicali e oggetti sonori: improvvisazione sonora e esplorazione tattile
  • L’ ascolto di brani musicali: sentiamo il silenzio, il respiro e il movimento del nostro corpo nello spazio.

Il bambini di oggi sono spesso immersi in ambienti rumorosi e stimolanti che attivano diverse risposte fisiologiche e creano stati di eccitazione. La cura ecologica dell’ambiente sonoro è una delle finalità del nostro progetto pedagogico per garantire ai bambini contesti in cui il rumore e i suoni vengono limitati oppure creati per facilitare l’espressione personale.

Il progetto pedagogico dei servizi Nido Musicale Nido il Cavallino a Dondolo e di Cervia e il  PGE Mary Poppins di Ravenna è stato ideato dalla dott.ssa Saula Cicarilli, Musicoterapeta accreditata Nati per la Musica e coordinatrice pedagogica dei servizi.  Il progetto é caratterizzato da una continua supervisione che coinvolge le educatrici nella costruzione di giochi musicali e nella creazione di spazi per il movimento, il rilassamento e l’ascolto di brani di diverso genere e stile musicale.